Automazione tracciato ferroviario

Dopo una serie di confronti e progetti siamo pervenuti alla soluzione finale che prevede la possibilità di gestire:

  • un passaggio a livello automatizzato
  • due binari morti con respingenti per invertire il verso di marcia di un treno
  • una stazione con due binari: uno controllato da un sensore per i passeggeri, l’altro per il transito a velocità ridotta di treni merci

In figura, generata con un software free BlueBrick v1.7.1 – LEGO® Layout Editor by Alban Nanty, sono indicate tutte le zone della ferrovia simulata con alcune lettere che indicano:

  • B: sensori di luce che rilevano il passaggio del treno e permettono la gestione del passaggio a livello
  • C: sensore colore che rileva l’arrivo del treno in stazione e lo ferma per permettere la salita/discesa dei passeggeri
  • D: sensori di distanza che rilevano l’approssimarsi del treno e lo rallentano/accelerano in entrata/uscita dalla stazione
  • T: sensori di tocco posizionati sui respingenti dei binari morti e sul telecomando per gestire lo start/stop del treno

Per gestire la complessità di tale simulazione si è reso necessario utilizzare due brick intelligenti NXT, in quanto da soli permettono di gestire contemporaneamente solo 3 motori e 4 sensori.

Il primo brick NXT funziona da “master” e gestisce il telecomando con: 1 sensore colore C, 3 sensori di tocco T, 2 motori.

Il secondo brick NXT funziona da “slave” e gestisce l’ambiente al di fuori della stazione: 2 sensori luce B, 2 sensori distanza D, 2 motori alza/abbassa sbarre.

Tali brick possono dialogare via Bluetooth attraverso un protocollo da noi sviluppato che prevede l’invio e la ricezione di codici particolari che indicano lo stato della simulazione (es. 5 per inizio simulazione, -1 per stop…), la direzione di movimento del treno (es. 0 per una direzione di movimento da destra verso sinistra, 1 per una direzione da sinistra verso destra) e comandi di rallenta / aumenta velocità (es. 10 rallenta oppure 11 accelera) per l’ingresso / uscita in stazione.

Lascia un commento